Ponte lungo del Primo Maggio, le tendenze del turismo in Italia

1° maggio al mare e nelle città d’arte: 7 milioni di italiani in viaggio

Ponte lungo del Primo Maggio, le tendenze del turismo in Italia

ponti di primavera di questo 2018 permettono vacanze lunghe e rilassanti, complice il cima mite che stimola 7 milioni 517 mila italiani a trascorrere il “weekend lungo” in hotel e strutture extra alberghiere.

Le più recenti indagini pubblicate da Federalberghi mostrano una crescita del +9% sul movimento economico generato dagli stessi ponti del 15 Aprile e 1° Maggio nel 2017. La spesa media pro-capite si aggira intorno ai 327 euro per un giro di affari pari a circa 2,46 miliardi di euro.

Anche la vacanza si allunga, 2,7 notti contro le 2,5 notti dello scorso anno, mentre le mete preferite risultano le località di mare con il 39,9% di preferenze. Seguono le città d’arte con il 23,9%, la montagna con il 10,6%, le terme al 4,9% e i laghi con il 3,7%.

 

Tendenze in crescita da tenere d’occhio

Il 40,6% degli intervistati (contro il 20,4% dello scorso anno) ha prenotato o prenoterà l’alloggio in cui trascorrere il ponte del 1° maggio contattando direttamente la struttura tramite e-mail o telefono, mentre il 37% utilizzerà direttamente il sito internet della struttura.

Per le strutture che vogliono sfruttare queste tendenze, è indispensabile programmare accuratamente una strategia di visibilità online: gli italiani stanno cambiando le loro preferenze e si fidano di più quando hanno un contatto diretto con la struttura.

Marketing01