Recensioni immediate, le nuove frontiere della reputazione online

a reputazione è uno tra i fattori che influenzano maggiormente i processi di acquisto.

Recensioni immediate, le nuove frontiere della reputazione online

L’85% dei consumatori ha fiducia nelle recensioni come se fossero consigli personali, ma in Italia sono ancora pochissimi gli hotel che hanno il pieno controllo della propria reputazione online.

La reputazione è uno tra i fattori che influenzano maggiormente i processi di acquisto.

 

Le opinioni espresse liberamente dai clienti, in forma di articoli di blog, post sui social network o recensioni spontanee, sono considerate più affidabili e per questo hanno un maggiore potere di convincere, o scoraggiare, chi sta prendendo una decisione.

Il web cambia velocemente e così anche le abitudini delle persone, per questo occorre essere aggiornati, conoscere i canali più popolari del momento e quelli sui quali è fondamentale intervenire da subito per difendere e migliorare la reputazione online.

 

Capire come funzionano le recensioni in tempo reale è indispensabile, non ci si può tirare indietro!

 

Le recensioni sono visibili su diverse piattaforme, non più solamente sui famosi portali di rating come Yelp, Trip Advisor o FourSquare.

Gli utenti di Google, il più grande motore di ricerca al mondo, hanno la facoltà di scrivere recensioni, pubblicare foto e attribuire un voto ai luoghi visitati. Facebook offre le stesse funzionalità, oltre alla possibilità di taggare il luogo e fornire consigli agli amici attraverso i post sul proprio profilo personale.

Grazie ai dispositivi mobili, è sempre più frequente la pubblicazione in tempo reale, subito dopo l’acquisto o durante spostamenti da un luogo all’altro. Google in particolare, incoraggia i possessori di smartphone ad esprimere opinioni in tempo reale, stimolando le recensioni immediate accompagnate da foto scattate sul posto.

Le analisi pubblicate da searchengineland.com riportano la crescita esponenziale del numero di recensioni su Google dal 2012 ad oggi: dal 2013 al 2014 le recensioni pubblicate sono cresciute dell’80%, salendo al 114% nel 2015 e raggiungendo il 278% nel 2016. Anche Facebook segue lo stesso trend in salita, confermandosi come uno degli strumenti privilegiati per il racconto e la condivisione di esperienze.

TripAdvisor, come primo network specifico per il turismo, continua a dominare il panorama del settore, nonostante l’ascesa di queste piattaforme, ma non è più il solo ed unico canale a dettare legge su questo mercato.

 

Cosa significa per un hotel?

La valutazione dell’hotel può comparire su più canali, variando la propria rilevanza e utilità in base al pubblico di destinazione.

Su Google Maps – Le ricerche mirate in un luogo intercettano le aziende registrate e ne mostrano una scheda sintetica, comprensiva di punteggio medio da 1 a 5 stelle. L’utente può ordinare i risultati per il punteggio, dal più alto al più basso, per scoprire quali aziende hanno le valutazioni migliori. L’innovazione più recente consiste nel pulsante PRENOTA ORA attribuito alla scheda di una struttura.
Chi è registrato su Google con il proprio smartphone riceve sempre una notifica quando è possibile valutare il luogo o pubblicare una foto.
Su Facebook – Sulla pagina Facebook della struttura possono comparire le recensioni in una sezione scelta dal proprietario, la pagina è raggiungibile da chi la cerca per nome oppure da chi esplora i consigli per il luogo in cui si trova. Una persona presente sul posto può pubblicare contenuti geolocalizzati e consigliare il luogo dal proprio profilo, in questo modo il punteggio medio delle recensioni compare anche nei singoli post visibili agli amici di quella persona.
Anche su Facebook è possibile trovare un pulsante PRENOTA ORA, spesso accompagnato dalla valutazione complessiva della struttura.
Marketing01